Yandex: il Google russo

Google nella recente classifica pubblicata da Forbes dei marchi più noti al mondo è al quinto posto, dietro ad Apple, Microsoft, Coca Cola e IBM.

In effetti quando in Italia parliamo di motori di ricerca ad oggi il 73% della popolazione internauta pensa a Google, al di là delle storpiature più o meno illustri nel pronunciarlo.

Eppure alla faccia della globalizzazione tutto il mondo non è paese.

Yandex ne è un fulgido esempio. E’ il motore di ricerca più usato in Russia ed è in costante crescita.

Esistono in alcune parti del mondo alcune sacche di resistenza che non hanno ancora sposato il “don’t be evil” googliano e per motivazioni ideologiche, linguistiche e talvolta politiche mantengono forte la fiducia nei confronti dei loro motori “nazionali”.

A Maggio 2010 Yandex, in netta ascesa rispetto all’anno scorso, ha raggiunto un dato di market share del 64% contro un 22% di Google. Seguono Mail.ru (7%), Rambler (2%) e con percentuali davvero esigue Bing e Yahoo. Nel 2010 ha superato gli 11 miliardi di pagine visitate.

Essere visibili nel mercato russo significa dunque essere visibili su Yandex.ru.

Come?

In maniera del tutto identica a Google la visibilità può essere ottenuta attraverso attività SEO e attività PPC (gestita direttamente da Yandex).

Yandex offre anche opportunità di display advertising per collocare gli ads su pagine dei propri canali o sulla rete dei siti di contenuto affiliati.

La mission aziendale è quella di offrire agli utenti di lingua russa un servizio di ricerca pertinente in grado di offrire risultati e serp di grande qualità ma come per Google ecco spuntare una serie di utilities accessorie:

Yandex.News: servizio di notizie online, Yandex.Blogs: motore di ricerca di blog, Yandex.Maps: sistema di mappe in Russia, con monitoraggio del traffico a Mosca e altre città della Russia e dell’Ucraina; Yandex.Dictionaries: traduttore/dizionario online Yandex.Market: shopping e confronto dei prezzi in rete, Yandex.Weather: servizio meteo online, Yandex.Mail: servizio di posta elettronica, Moi Krug: una sorta di Linkedin; Yandex.Money: servizio di pagamento online.

La riflessione personale è la seguente: non credo che Yandex sia un fenomeno tecnologico dotato di algoritmi magici, tanto meno ritengo che investa in attività di marketing tali da giustificare questo gap con Google, non penso che abbia chissà quale alchimia creativa nè sia un’azienda innovatrice … ma cosa posso dire se non che tutto sommato, mi fa piacere che esistano ancora delle alternative a Google che permettano di evitare un totale appiattimento di questo mercato e di questa professione.

Quindi forza Yandex, forza Baidu, Naver, Seznam e perchè no forza Bing e forza Yahoo. Tenete duro…

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi