Social advertising: aumenta la pubblicità su Facebook, Twitter e sugli altri social network

L’attività di social media marketing è ormai diffusa presso la maggior parte delle aziende. Meno diffusa è invece l’attività pubblicitaria sui social network [o social advertising] anche se si prevede una forte crescita.

Da una ricerca svolta a maggio 2011 da The Pivot Conference e Brian Solis emerge come due terzi dei marketers intervistati stiano già conducendo campagne pubblicitarie sui social media mentre il 18% in più, rispetto al 2010, ha intenzione di iniziare un’attività di questo tipo nel prossimo anno. La maggior parte degli intervistati, inoltre, è d’accordo sul fatto che gli sforzi in tale direzione si siano rivelati molto preziosi e il 54% reputa che gli annunci attualmente online siano stati soddisfacenti.

Al momento, in tale mercato, Facebook domina incontrastato, seguito da Twitter ma, se la maggior parte degli intervistati reputa l’offerta pubblicitaria di Facebook “eccellente” o “buona”, non si può dire altrettanto di Twitter, le cui offerte pubblicitarie sono ritenute soddisfacenti solo dall’11% degli intervistati. Tale considerazione potrebbe però cambiare in futuro poiché si prevede che Twitter quest’anno implementerà un’offerta pubblicitaria più ampia che preveda anche un’opzione “self-service”.

Più di 9 intervistati su 10 hanno implementato campagne pubblicitarie su Facebook mentre il 78% ha fatto lo stesso su Twitter. eMarketers stima che questi siti quest’anno genereranno in USA, rispettivamente, 2,19 miliardi e 140 milioni di dollari. Ma anche la pubblicità su siti come YouTube, LinkedIn e Foursquare è destinata a crescere: almeno il 20% degli intervistati infatti afferma di voler dare il via ad una campagna su questi siti il prossimo anno.

Social networks utilizzati per campagne pubblicitarie in USA

Sicuramente una maggiore conoscenza del prodotto pubblicitario offerto da questi canali potrebbe servire a molti marketers che ancora non si sono cimentati in tali attività ma che prevedono di farlo entro l’anno prossimo: l’83% degli intervistati ritiene infatti che il semplice blogging o tweeting per un’azienda sia già una forma di social advertising.

Fonte: eMarketers

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi

Trackbacks