Come usare Pinterest per promuovere gli ecommerce?

Linee guida per migliorare le vendite di un ecommerce con l’aiuto di Pinterest.

Pinterest non è utilizzatissimo in Italia, ma gestito nel modo giusto può rivelarsi un valido alleato nella promozione degli ecommerce, soprattutto in caso di shop internazionali. Come ogni altro social network, però, anche Pinterest richiede una pianificazione mirata e molta costanza.

> Scopri anche alcuni esempi di visual storytelling su Pinterest! 

Per quanto possa essere sottovalutato nel nostro Paese, questo mezzo ha bisogno di un piano editoriale diversificato, di una pubblicazione costante, della realizzazione di contenuti fotografici e video originali, ma anche esteticamente belli, e di attività volte ad aumentare le connessioni con utenti potenzialmente interessati al marchio.

La strategia classica

Prevede la semplice condivisione di foto di prodotti su board dedicate, insieme a del testo breve e accattivante, relativo prezzo, hashtag e link delle pagine in cui si possono acquistare i prodotti.

Pinterest Ecommerce Social Button

Sull’ecommerce non possono mancare i social button di Pinterest in ogni immagine.

Pinterest Ecommerce Starbucks

Detta così, sembra molto semplice. Ma di certo tutti questi dettagli tecnici non possono prescindere dallo studio di una strategia di marketing e da una valutazione di obiettivi, target, tono di voce, posizionamento e altri importanti dettagli. Senza contare l’impegno necessario per realizzare concretamente dei contenuti visivi originali.

La strategia low-budget 

A proposito di «contenuti originali»: come fare quando il budget è basso e le immagini non sono un granché? Le possibilità sono 3:

• usa e condividi le foto scattate dai tuoi fan insieme ai tuoi prodotti: o, addirittura, puoi anche invitare alcuni «eletti» a pinnare all’interno di alcune board. Questa attività può essere sviluppata solo da brand che hanno già un ampio target fidelizzato su cui contare;

• sfrutta il visual storytelling: puoi repinnare foto e immagini altrui sulle tue board, in modo tale da inserire le foto dei tuoi prodotti in un’atmosfera emozionale ed evocativa senza dover produrre autonomamente tutti i contenuti che pubblichi;

• still life, grafica e fotomontaggi come se non ci fosse un domani: per questo però serve almeno l’aiuto di un grafico, o un bel po’ di dimestichezza con i programmi e i linguaggi visivi. Le banche immagini gratuite sono pane quotidiano per chi si trova a dover ambientare dei prodotti in post produzione.

In alternativa, puoi sfruttare della grafica pura abbinata a degli still life di prodotto: illustrazioni, lettering, forme, colori…

Qualche buon esempio 

Pinterest Ecommerce Bershka

Da Bershka a ModCloth, da Starbucks a Sephora fino ad Amazon: i buoni esempi non mancano, soprattutto tra i brand più famosi.

Pinterest Ecommerce Amazon

I promoted pin 

In Italia se ne parla da anni, ma restano ancora un’utopia. Negli USA è invece possibile sponsorizzare pin a più non posso e, in effetti, dato l’ampio utilizzo del canale è un’attività decisamente consigliata. Noi di Site by Site continuiamo a sperare e non vediamo l’ora di sperimentare i promoted pin integrandoli nelle strategie di Social Media Marketing dei nostri clienti!

Ti piace questo post su come usare Pinterest per promuovere gli ecommerce? Condividilo sui social network!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi