Come e perché creare un piano editoriale per il tuo blog

Quanto conta il piano editoriale per il blog nelle content strategy?

Qualsiasi content strategy che si rispetti prevede la stesura e l’aggiornamento periodico di un piano editoriale per il blog. Ma cos’è e a che cosa serve realmente questa attività? Come e soprattutto perché dovrebbe semplificarci il lavoro? E ancora: in quale modo può rendere più efficaci le nostre strategie di comunicazione?

Piano editoriale: che cos’è?

Prima di tutto, cerchiamo di inquadrare la definizione di «piano editoriale». In Italia questo termine viene associato ancora troppo spesso ed esclusivamente all’ambito dell’editoria cartacea, anche se in realtà è all’ordine del giorno sia nelle redazioni giornalistiche sia in qualsiasi altra realtà in cui è prevista la condivisione di contenuti testuali, fotografici e video.

Il piano editoriale è, molto concretamente, una lista, o un calendario, in cui vengono elencati e pianificati tutti gli argomenti da trattare, di giorno in giorno, di settimana in settimana, all’interno di un blog. Questa lista può essere settimanale, mensile, trimestrale, semestrale o annuale. Nella maggior parte dei casi, però, dato che il web è un mondo in continuo mutamento, i piani editoriali vanno a coprire tempistiche a breve termine.

> Scopri anche l’utilità del blog nelle strategie digitali!

A che cosa serve il piano editoriale

Il piano editoriale semplifica la vita. Permette di avere una visione d’insieme di tutti gli argomenti trattati nel proprio blog. Aspetto fondamentale nel momento in cui si decide di dare una svolta ai propri contenuti, a partire dai risultati generati. Il piano editoriale serve, poi, ad essere certi di non andare fuori tema o fuori target e, soprattutto, a non perdere ore ogni giorno alla ricerca di un nuovo argomento da approfondire.

Pianificazione, pianificazione, pianificazione: per ottenere qualsiasi tipo di risultato bisogna avere costanza nel tempo, cosa che non può prescindere dall’ordine e dall’organizzazione.

Per realizzare un buon piano editoriale quel che conta sono le idee, non necessariamente il mezzo. Online esistono tantissime applicazioni che permettono di realizzare calendari e liste più che adeguate.

Come scegliere gli argomenti per il blog

Per scegliere gli argomenti da trattare nel piano editoriale del blog bisogna partire da due considerazioni:

1. per una buona indicizzazione è essenziale trattare argomenti effettivamente ricercati dal proprio target sui motori di ricerca, cosa che si può fare – in modo basic – anche con Google Adwords;

2. i lettori hanno bisogno di testi semplici e al tempo stesso curati, visivamente d’impatto e realmente di loro interesse, cosa che richiede competenze, ricerche e tempo.

Non basta quindi scrivere bene per Google per ottenere anche la considerazione – e la conversione – dei propri lettori.

Il segreto in più

Il talento di ogni blogger si basa sulle capacità di osservazione. Per dare un valore aggiunto al piano editoriale del proprio blog bisogna osservare le proprie statistiche, capire i propri lettori, monitorare gli andamenti e tenere sott’occhio i blog dei propri competitor. Bisogna quindi passare tempo a guardare e a imparare, dalle proprie scelte o da quelle altrui.

Vuoi altri consigli per creare un piano editoriale efficace per il tuo blog? Contatta i nostri specialist!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi