Non solo Instant !

In questi giorni il web, a partire dai blog di settore, ha dato particolare risalto alla nuova funzionalità introdotta dal gigante dei motori di ricerca Google.

Sicuramente INSTANT è un passo avanti sia nei confronti dei rivali, sia come servizio offerto; infatti una volta il sistema offriva una scelta di criteri di ricerca dopo che l’utente aveva finito di digitare la query di ricerca, oggi invece il motore ci suggerisce ciò che stiamo cercando nel momemto stesso in cui noi cominciamo a digitare sulla tastiera.

Ciò è reso possibile grazie ad un utilizzo più “semantico” dell’algoritmo stesso di ricerca, che ha fatto sbalordire più di un utente.

Tuttavia pochi si sono accorti di un’altra novità introdotta qualche mese prima di Instant.

Sto parlando di Google Scribe, un tool che sostanzialmente ha le stesse funzionalità di Instant, ma che in più ci da la possibilità di scegliere da una lista, le parole che intendiamo includere nel completamento della nostra query di ricerca.

Forse ai più questo servizio non serve e non servirà mai, tuttavia per chi svolge l’attività di Seo o di Sem questo strumento può tornare utile per l’utilizzo della coda lunga (ritenuta estremamente importante dai Seo d’oltre oceano) delle Keywords.

Sicuramente non si deve fare affidamento su questo sistema per determinare le Keywords di punta, tuttavia il fatto che Google ci suggerisca questi criteri di autocompletamento attingendoli dalle keywords dei siti indicizzati ci può sicuramente aiutare e fare riflettere.

Non è noto se il sistema verrà ulteriormente sviluppato o se invece, come altri progetti di Google, morirà sul nascere.

Per il momento, purtroppo, potremo utilizzare questo strumento solo per la lingua inglese.



LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi