Motori di Ricerca, Social Network: Facciamoci Condizionare

Rieccoci all’annoso problema.

Ma siamo davvero sicuri che utilizzare i motori di ricerca ci faccia SEMPRE risparmiare tempo.

Spesso usiamo i motori di ricerca perchè riteniamo di poter trovare con pochi clic quello che stiamo cercando. Ma sarà vero? Riusciamo davvero a trovare i migliori prodotti/servizi, le migliori informazioni? Mmm…

A tale proposito allego una presentazione da me fatta alla NABA di Milano con un semplice esperimento di ricerca di un Ristorante a Padova. A voi le considerazioni. Io vi dico solo che quella sera, alla faccia di Michael Moore sono andato da Mc Donald.

site by site

Detto da uno che con i motori di ricerca ci campa sembra brutto ma la SEO sta cambiando, si sta aggiornando e ci aggiungerei un bel “per fortuna”. Le integrazioni con i Social stanno crescendo e i metodi di ricerca alternativi stanno cominciando a prendere piede in maniera decisa. QUALCUNO addirittura ha detto che il www è morto. Sembra quasi un paradosso ma se è vero che il www è morto è proprio a causa dell’eccessivo traffico. Fa un po’ ridere ma il www rischia proprio di morire in una LUNGA CODA di sè stesso. L’ipersegmentazione del mercato ci porterà a vivere nei nostri piccoli mondi con meno traffico e meno caos o comunque con un traffico più qualificato.

I motori di ricerca hanno sempre avuto un grosso limite: la qualità delle SERP, limite ovviato con criteri di pertinenza, contenuti e siti di qualità. Purtroppo tutto questo non ha mai avuto nulla a che vedere con la qualità dei prodotti o delle aziende. Quante volte abbiamo aiutato aziende con prodotti di scarsa qualità ad emergere nelle SERP. E ci siamo riusciti perchè in fin dei conti Google o chi per esso in qualche modo riesce a valutare i siti e la qualità delle relazioni dei siti stessi ma non la qualità dei prodotti.

Tendenzialmente potremmo pensare che  l’avvento dei Social porterà in auge i prodotti di qualità ma io non ne sarei così certo. Ciò che contraddistinguerà il ranking dei Social saranno giustamente le relazioni. E chi ci garantisce che la costruzione di relazioni non è e non sarà oggetto di Spam, tanto quanto ad oggi  avviene con le attività di link buiding dei siti. Io non credo personalmente (ma è solo la mia opinione) che relazione sia un sinonimo di qualità.

In pratica chi ci dice che un’azienda con ottime relazioni debba per forza avere anche un buon prodotto? Chi ci dice che persone con molte relazioni siano davvero contenitori di idee geniali in un mondo in cui grandi geni muoiono senza che nessuno se ne accorga e mediocri comparse si conquistano fama e successo solo sfruttando le relazioni personali?

Insomma la qualità rimane un’utopia e per fortuna la qualità al momento è a pannaggio solo del nostro cervello analogico. Come diceva quella coppia di comici savonesi: cambiano i belini ma…

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi