Usare i Microdata per Posizionare i Prodotti

Oggi voglio parlare di una novità in ambito di web semantico che mi ha particolarmente incuriosito e da cui spero un giorno di potere trarre dei buoni vantaggi in ambito Seo.

Sto parlando di Microdata, Microformat ed RDFa, questi tre “protocolli” verranno ampiamente utilizzati con il completo sviluppo di HTML5 ed avranno un notevole impatto per quanto riguarda la ricerca ed il posizionamento dei siti web nella serp.

Facciamo un esempio di microdata:

<div itemscope itemtype=”http://data-vocabulary.org/Product”>
Brand: <span itemprop=”brand”>Bridgestone</span>
Category: <span itemprop=”category”>Truck Tires</span>
<h1><span itemprop=”name”>R-195F</span></h1>
<span itemprop=”photo”>
<img src=”http://www.bfentirenet.com/tires/b_r195f.jpg”/></span>
On sale for <span itemprop=”price”>$300.09</span>.
Find more information from
<a href=”http://www.bridgestonetrucktires.com” itemprop=”url”>Bridgestone</a> .
</div>

Questa maniera di presentare il prodotto ha sicuramente più valore per un motore di ricerca rispetta a scrivere:

Brand: Bridgestone
Category: Truck Tires
Product Name: R-195F
Photo
On Sale for: $300.09

Fino a qui niente di speciale, tuttavia la potenza di questi nuovi protocolli sta nel fatto che essi riescono ad enfatizzare ogni singolo parametro che viene inserito in una pagina web.

Il mio pensiero quindi va a tutte quelle aziende che hanno siti web con decine/ centinaia di pagine di prodotti immobilizzate, che non contribuiscono cioè al posizionamento del sito perchè il motore di ricerca non “vede” ciò che c’è al loro interno, vuoi per mancanza di testo, per cattiva ottimizzazione e per altre problematiche derivanti dal cms.

Con Microdata, Microformat ed RDFa, possiamo mettere in condizioni non solo il motore di vedere ogni aspetto di un prodotto, ma addirittura di presentarlo nella serp in maniera completa ed esauriente.

Ecco che in un futuro molto vicino (quando cioè l’HTML5 sarà lo standarda delle pagine web), potremmo sfruttare delle risorse molto potenti per sfruttare appieno ogni piccola informazione presente sui siti web.

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi