Landing Page: 11 nuovi trucchi per creare pagine che portano davvero contatti

In Rete si trovano decine di blog che vi parlano di landing page, vi danno consigli su come crearle e renderle un formidabile strumento di marketing.

Quindi, per non essere banale, sono andato a spulciare tutto il materiale disponibile prodotto durante gli eventi organizzati dal Conversion Conference: continua a leggere per scoprire alcune linee guida “originali” emerse durante questi appuntamenti.

La parola d’ordine è usabilità (clicca qui per leggere il contributo di Federico su questo tema, spesso snobbato da chi pretende dalle web agency un sito “fichissimo”, dimenticando che il website non è una vetrina ma uno strumento per raggiungere gli obiettivi di marketing).
Usabilità significa che l’utente trova facilmente le informazioni che cerca, o può comprare un prodotto senza essere laureato in astrofisica per capire come si fa a pagarlo e a farselo spedire.

(Volete un trucco per essere sicuri che la vostra pagina web sia usabile? chiedete a vostra nonna di navigarci dentro. Se lei capisce come funziona, allora la pagina è usabile!)

Di conseguenza, quanto più la vostra pagina web è chiara, tanto più le vostre conversioni schizzeranno verso l’alto.

Ecco in undici punti come realizzare una landing page di successo:

1. ETICHETTE A SINISTRA
sul form, mettete le etichette (label) a sinistra del campo da compilare, come nella foto sotto

2. IMMAGINI CON PERSONE
Si sa, funzionano bene, rendono più personale la pagina. Meglio però evitare le foto di volti che guardano dritto in camera, perchè tendono a distrarre l’utente.
Sarebbe meglio infatti che lo sguardo fosse rivolto verso la call to action.

3. CALL TO ACTION CHIARA
…semplice.
E magari sottoforma di bottone.

Continua a leggere!

4. LASCIALA RESPIRARE, ‘STA CALL TO ACTION
Lascia spazio bianco attorno al bottone dove vuoi che la gente clicchi. Non scrivere immediatamente sopra e sotto. Deve essere visibile e facile da focalizzare.
Ripeto:

Dalle spazio!

5. OCCHIO AL CONTRASTO
Attenzione al colore di sfondo: l’occhio viene colpito dal contrasto chiaro/scuro, che può essere fastidioso se troppo accentuato.
E non usare tutta la tavolozza dei colori di Photoshop: stai creando una pagina web, non una giostra.

6. FALLA SEMPLICE E PARLA COME MANGI
Una, due, massimo tre azioni da compiere all’interno della pagina.
Fa in modo che sia facile arrivare al form di iscrizione, al carrello di acquisto, alla pagina con il contenuto che ti interessa far trovare.
Il che vuol dire che se vuoi che venga compilato il form, devi scrivere:

“lascia qui i tuoi dati, ti contattiamo noi”

e non

“La invitiamo a compilare il modulo di richiesta informazioni che trova di seguito. Ci pregeremo di ricontattarLa nel più breve tempo possibile”

7. CIAK SI GIRA!
I video nelle landing page convertono un sacco: se ne avete, usateli.

Meglio evitare però che il video parta in automatico, non farebbe che rallentare il tempo di caricamento della pagina e molti uscirebbero prima ancora di aver visto di cosa si tratta.
Per chi è disposto a pazientare, si tratta comunque di un’esperienza frustrante, in quanto viene limitata la discrezionalità nella navigazione.
Sono sulla tua pagina per avere informazioni su un tuo prodotto e comprarlo, non per vedere quanto brava è stata la tua agenzia a crearti lo spot.

8. METTERE NERO SU BIANCO
La vecchia regola che non si smentisce mai.
Pagina bianca+testo nero = massima leggibilità
Secondo gli studi effettuati, pare che il colore nero di sfondo richiami l’idea che si tratti di un sito di scommesse online o addirittura pornografico. Altro che eleganza…

9. TITOLI e SOTTOTITOLI
Chiari, evidenti, con un colore diverso dal testo, per dare all’occhio che scorre la pagina un appiglio

10. ELENCHI PUNTATI
Si grazie, sono sempre i benvenuti all’interno di una landing.
Meglio se usate i quadratini che i pallini, convertono di più

11.MOSTRA LE TUE MEDAGLIE
I marchi che certificano la tua azienda fungono da garanti della tua serietò, professionalità, affidabilità.
Non essere timido ed esibiscili.
Anche qui, usa un fondo chiaro per farli risaltare e lasciagli spazio attorno.

Ecco un esempio
esempio landing page

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi