La Danza delle Serp

L’algoritmo alla base dei motori di ricerca subisce ormai modifiche che si possono definire quotidiane, questo fatto modifica in maniera sensibile la SERP dei risultati di ricerca, mettendo in crisi chi si adopera per posizionare un sito per determinati criteri.
A molti è infatti nota la “Google Dance”, proprio in occasione della sistemazione o dell’aggiornamento dell’algoritmo di BigG, in grado di rivoluzionare talmente tanto la visualizzazione dei risultati di ricerca, da scoraggiare persino i Seo più convinti.
Ma all’orizzonte si addensano nuove nuvole, destinate a togliere il sonno a molte persone.

La prima riguarda Google ed in particolare l’aggiornamento per eliminare i posizionamenti conseguiti in seguito a recensioni e considerazioni negative che molti siti hanno ricevuto soprattutto aziendali e di e-commerce grazie alla rabbia espressa da molti utenti. Queste infatti contribuivano ad arricchire in maniera rilevante il numero di link in ingresso a questi siti, anche se le ragioni che muovevano queste persone a segnalare i siti erano tutt’altro che amichevoli.
Ora Google si è reso conto dell’enorme peso che la cattiva reputazione può portare e sta modificando il suo algoritmo di conseguenza.

Dal lato opposto la SERP di Bing e di Google verrà pesantemente sconvolta dall’influenza di Facebook e Twitter.
Da un estratto di Danny Sullivan, che ha indagato con che peso i 2 principali social network influiranno sui risultati di ricerca emerge che:

1) Gli articoli retwettati verranno considerai per l’autorevolezza delle persone che li esprimono e quindi andranno ad influenzare i risultati di ricerca. Addirittura in Google verrà eseguito un match con le Google news, per dare maggiore rilevanza ai risultati di ricerca coinvolti nei retwett.

2) Un peso speciale verrà attribuito ai link condivisi nelle pagine di Facebook. Per Bing avranno peso si a i link in bacheca che i link nelle Fanpage (che sia per il fatto che Bing e Facebook stanno siglando un accordo commerciale ai danni di Google e che addirittura i risultai della ricerca di Facebook siano targati Bing? Il dubbio è legittimo). Per quanto riguarda BigG verranno presi in considerazione solo i link delle Fanpage.

La conclusione che emerge è che i social avranno un peso sempre più rilevante per le SERP dei due principali contendenti nel panorama dei motori di ricerca e che almeno per Google ci sia un certo adeguamento all’algoritmo semantico che muove Bing, il quale sembra sicuramente più avvantaggiato e predisposto a questo nuovo cambiamento di scenario.

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi