Email marketing: come farti cestinare in 6 secondi

Consigli di email marketing per incoraggiare gli utenti a odiare la tua newsletter.

Tutto il web cerca di convertirti all’uso del buon senso in rete, ma tu vuoi andare controcorrente, solcare il mare aperto e approdare in lande inesplorate? In questa guida sull’email marketing abbiamo raccolto, per te, i nostri migliori consigli per portare gli utenti a odiare la tua newsletter e a cestinarla in 6 secondi.

> Scopri come Google testa il DoubleClick per l’OOH!

1. Scrivi come si faceva 10 anni fa… anzi, 40!

Un potenziale cliente è un po’ come una bella donna da conquistare, ma difficile, diffidente e prevenuta. Se vuoi che ti lasci all’istante, o meglio che non ti consideri affatto, mandale un mazzo di fiori e, nel biglietto, esordisci con l’evergreen di tutti gli over ’80 che si rispettino: «Sperando di fare cosa gradita… ». O, ancora meglio: «Alla cortese attenzione del Signor… ».

Possibilità di abbandono: ★★★★★

Email Marketing Sbagliato

2. Dichiara il tuo disinteresse fin da subito

«Buongiorno %nome… »: questo è il messaggio tipico di chi tenta disperatamente di attirare l’attenzione inserendo automaticamente, con l’aiuto di qualche misterioso codice html, il nome del destinatario nel testo della newsletter, senza però riuscirci. Quale donna non ama sentirsi chiamare «ehi tu»?

Possibilità di abbandono: ★★★★☆

4. Delega il progetto al nipote dell’amico del cugino di tuo cognato

Meglio se quindicenne e in vacanza. Perché nessuno meglio di un quindicenne con i postumi delle vacanze estive sa trovare le parole giuste per convincere una donna difficile e diffidente a pagare per averti.

Possibilità di abbandono: ★★★☆☆

3. Invia tutto a gruppi di 1000 indirizzi alla volta, ovviamente in CC

Se vuoi far sapere a tutti che, per te, i tuoi clienti sono uno uguale all’altro, invia la newsletter (quella che ha precedentemente preparato il nipote dell’amico del cugino di tuo cognato) a tutto l’indirizzario conquistato in 20 anni di onorata carriera. Includi più aziende possibili (meglio se competitor tra loro) e, ovviamente, non dimenticarti di metterli tutti visibili in copia conoscenza.

Possibilità di abbandono: ★★★☆☆

5. Mostra subito il tuo lato peggiore

Email Marketing Cosa Non Fare

Perché vestirti alla moda quando la tua donna ideale può amarti così per come sei, nel bene e soprattutto nel male? Evita quindi il più possibile di far caso all’estetica grafica e, se puoi, invia la tua newsletter in un pdf allegato, giusto per rendere la vita difficile a chiunque abbia la faccia tosta di usare lo smartphone in questi tempi di crisi.

Possibilità di abbandono: ★★★★★ (assicurato!) 

Ti piace questo post sull’email marketing?

Condividilo su Facebook!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi

Trackbacks