Google Trends, lo strumento essenziale per la crescita del business

Google Trends è uno strumento di ricerca specializzata di Google che permette di esplorare i trend – ovvero le tendenze – di ricerca passati e presenti. È un tool gratuito utilissimo per le ricerche di marketing perché ti consente di conoscere i termini di tendenza e di stabilire la stagionalità.

Come puoi usare Google Trends?

L’utilizzo di Google Trends è molto intuitivo. Non appena lo si apre si visualizzano le notizie al momento di tendenza nel proprio Paese. Dai menu a tendina a sinistra è poi possibile scegliere un’altra località e una categoria in particolare. Questa è la parte Classifiche.

Al centro, in alto, vi è invece una barra di ricerca generica, in cui digitare la propria query e avviare un’analisi dettagliata del termine in modalità Esplora.

Viene quindi creato un grafico che mostra l’interesse nel tempo, cioè i periodi dell’anno in cui il termine da noi scelto viene più o meno cercato. Si tratta di una funzione decisamente utile per settori fortemente influenzati dal cambio delle stagioni come moda, turismo e alimentazione. I numeri rappresentano l’interesse di ricerca rispetto al punto più alto del grafico in relazione alla regione e al periodo indicati: il valore 100 indica la maggiore frequenza di ricerca del termine, 50 sta a significare la metà delle ricerche, mentre 0 indica una frequenza di ricerca del termine inferiore all’1% rispetto alla frequenza di ricerca maggiore. Dal grafico si può quindi dedurre la tendenza di ricerca per quel termine, ovvero se è in crescita o decrescita, e avere un’indicazione circa la possibilità di usare o meno quelle keyword per dei contenuti validi per una strategia SEO.

Sotto questo grafico, Google Trends mostra l’interesse per area geografica: un planisfero evidenzia le zone in cui il proprio termine ha registrato il maggiore numero di ricerche durante un periodo di tempo specificato, con valori calcolati su una scala da 0 a 100 a seconda della frequenza di ricerca del termine.

Ma non finisce qui. Google Trends crea altre due classifiche su argomenti correlati e query associate in cui si vedono quali altri termini di argomento simile sono stati cercati dagli utenti, visualizzabili in base ai più cercati o in aumento. Le ricerche in crescita sono quelle la cui frequenza è aumentata in maniera significativa in un dato periodo di tempo rispetto a un periodo precedente e che stanno avendo un’impennata nell’ultimo periodo.

Nell’imparare come usare Google Trends, è utile poi soffermarsi sulla funzione Confronta, che permette la comparazione dei risultati in base al termine di ricerca, la località e l’intervallo di tempo. Questa funzione si visualizza in alto a destra della modalità Esplora ed è il punto forte della sezione. Se si è indecisi fra più parole chiave da usare per un contenuto e si vuole scoprire quale sia quella che darà più visibilità, Google Trends dà la possibilità di confrontarle. È sufficiente digitare la seconda query nel riquadro accanto alla prima e viene subito creato un grafico che mette a confronto i due argomenti. Le classifiche “interesse regionale” e “ricerche correlate” saranno formulate per ogni parola chiave e si possono esaminare fino a 5 argomenti.

Come usare Google Trends

Scopri anche le potenzialità di Yahoo Clues

Perché è utile usare Google Trends?

È importante che ogni azienda impari ad utilizzare Google Trends perché si tratta di uno strumento in grado di far scoprire molte informazioni chiave per il proprio business. Qualche esempio? Quando si impostano delle campagne di acquisizione clienti e non si sa bene su quali prodotti scegliere di puntare o su quali parole chiave concentrare la propria attenzione nelle varie aree geografiche, ecco che Google Trends può essere di grande supporto.
Google Trends garantisce informazioni utili anche a chi si occupa di ottimizzazione sui motori di ricerca, a chi fa campagne pubblicitarie e a chi utilizza l’email marketing come strumento chiave del proprio business: grazie a Google Trends sarà più facile scegliere le keywords più opportune da inserire nelle headline e ottimizzare le proprie attività segmentando geograficamente sulla base degli andamenti.

Vuoi conoscere le altre potenzialità di Google Trends?

Contattaci!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi