È ora di scegliere una password sicura, facciamolo bene!

Come scegliere una password sicura!

Molti di voi avranno già letto la parola Hearthbleed da qualche parte.

Si tratta di un errore di programmazione presente nella maggior parte dei server del mondo, del quale non ci si è accorti per circa due anni e che un hacker poteva sfruttare raccogliere dati.

Il famoso fumetto nerd XKCD ci scherza su, ma la verità è che presto i siti ai quali siete registrati aggiorneranno i loro server, ed allora sarà il momento di cambiare i vostri dati di accesso (inutile farlo prima).

fumetto nerd XKCD 

Ma allora, come scegliere una password sicura?

E come affrontare un lavoro di così vaste proporzioni?

Anzitutto, evitate le 25 peggiori password del 2013:

peggiori password 2013

Tra le password meno sicure troviamo anche date, parole, nomi e scritte in alfabeto Leet.

Evitiamo tutto questo e gli hacker avranno uno strumento in meno per indovinare la vostra password.

Usare caratteri maiuscoli, numerici o di punteggiatura aumenta la forza della password, ma la pratica più efficace in assoluto per scegliere una password sicura è sceglierla lunga tra i 12 e i 18 caratteri.

Potete giocare con questa utility per rendervene conto. Usare più parole per creare una frase senza senso può essere una buona strategia!

Nonostante la tentazione di usare sempre la stessa password in siti diversi sia accattivante, cercate di non farlo.

Usate credenziali diverse per ogni sito, e gestitele con un Password Manager che le ricordi per voi, ce ne sono decine.

Personalmente vi consiglio LastPass, oppure la funzione di sincronizzazione dei dati già presente nel vostro browser (es. Firefox, Chrome).

generatore_password_sicure

Se decidete di usare questi strumenti, potete far sì che a scegliere una password sicura ci pensi il computer: strumenti utili allo scopo sono i Password Generator, e tra i migliori troviamo Random.org perchè di tipo “true random”, cioè non usa lo scorrere del tempo calcolato dal computer per generare un dato casuale.

I “true random” sono sistemi immuni ad un altro buco di sicurezza scoperto recentemente e presente in quasi tutti i computer, sospettato di essere stato volutamente introdotto dall’NSA statunitense.

Per concludere, potete scegliere una password sicura nel modo che preferite, ma se dovete proteggere dati sensibili l’unica pratica valida al 100% è non metterli online.

E neanche nella cartella di Dropbox, Google Drive o altri programmi di Cloud Storage.

Se questo articolo su come scegliere una password sicura ti è stato utile, condividilo sui social network!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi