Chat: una vera seccatura!

Brenna Ehrilich e Andrea Bartz sono i sarcastici autori dietro il blog satirico Stuff Hipsters Hate. Quando non sono in giro per Brooklyn alla ricerca di nuovo materiale, lavorano entrambi come editori di prestigiose riviste americane. Questa premessa per introdurvi le menti che hanno lavorato per ricavare questo studio sulle chat e di come un abuso può essere, non solo un problema psicologico, ma anche una vera seccatura per i vostri amici.
Sin dai primi giorni di vita di AOL Instant Messenger, internet si è dimostrato un ottimo mezzo per raggiungere gli altri e per tenerci in contatto con loro attraverso numerosi canali.
Immaginate una situazione simile: state aspettando che si scarichi la posta elettronica e decidete di cominciare a chattare con il vostro amico in linea, per ingannare l’attesa. Un finestrella lampeggiante, un suono leggero e, diversamente dalla email, i messaggi di Facebook, biglietti e persino le telefonate, ci si aspetta che lui risponda subito.
Il punto è che molto più spesso di quanto pensiate lo disturbere molto. Perché? Secondo una ricerca realizzata da Nielsen, gli americani trascorrono circa 160 milioni di ore al mese in chat, quindi si può dedurre che le probabilità di scocciare il vostro amico siano davvero alte.
Ecco alcuni esempi di come i vostri amici, se non hanno assolutamente la minima voglia di chattare con voi, potrebbero rispondervi.

Tu: ciao…
lui: ciao!
tu: sono davvero a terra.
lui: um, perché?
tu: il mio capo mi ha rimproverato perché avevo il volume delle cuffie troppo alto, che poi non era così alto, ma è stato davvero imbarazzante per me essere sgridato davanti a tutti i miei colleghi…
tu: il mio cane è morto questa mattina, dopo 10 anni che viveva con me, ce l’avevo fin da quando ero bambino…
tu: la ragazza che avevo conosciuto l’altra sera non risponde alle mie chiamate e dovevamo trovarci per pranzare assieme, ma non si è presentata…
tu: insomma, proprio una brutta giornata :(
lui: mmm…

tu: ehy, guarda questo video http://www.youtube.com/watch
lui: oh, sono al lavoro ora, lo guarderò poi…
tu: no ma guardalo
lui: non posso aprirlo, sto lavorando!
tu: http://www.youtube.com/watch
lui: no davvero non posso!
tu: devi assolutamente vederlo!!!
lui: no!

LinkedInDeliciousEmailFacebookCondividi